Sampdorianews.net: “Flessione Samp ma questi ragazzi non meritano fischi”

Sampdorianews.netIl momento attraversato dalla Sampdoria non è sicuramente dei migliori. I blucerchiati faticano a portare a casa risultati utili a muovere la classifica, rimasta tranquilla più per la pochezza delle squadre che stanno dietro che per reali meriti della banda di Giampaolo.

A Bergamo la Sampdoria non ha messo in mostra una gran partita, ma ancora una volta va purtroppo segnalato come un episodio molto discutibile a nostro sfavore abbia indirizzato la partita sui binari nerazzurri. Fatico, sinceramente, a capire cosa abbia visto il signor Rizzoli nell’area blucerchiati quando Torreira non fa altro che mettersi davanti al suo avversario e coprire il pallone. Con gli episodi di questo genere quest’anno non siamo fortunati, fermo restando che l’Atalanta meritava a mio avviso la vittoria. Troppo poco quanto prodotto dalla squadra di Giampaolo, che tiene tantissimo il pallone tra i piedi senza però riuscire ad arrivare a una conclusione pericolosa: l’impressione che fin dall’inizio del campionato accompagna le mie domeniche è che se non si inventa qualcosa Muriel segnare diventa faticosissimo.

Non è giusto però vedere tutto nero. La Sampdoria, a mio avviso, quest’anno ha posto delle basi molto importanti per il futuro, riunendo tutta una serie di giovani che stanno dimostrando di avere delle qualità importanti e di poter diventare degli ottimi giocatori per il nostro campionato. Penso a Torreira, a Linetty, a Skriniar, a Pereira e a Schick, tanto per citarne alcuni. Certo, il discorso non vale la candela se a giugno dovessimo assistere ad una rivoluzione che non servirebbe a niente: le basi sono ottime, mantenendo l’ossatura formata da questi ragazzi sono convinto che nel giro di qualche anno potremmo tornare ad ambire a posizioni di classifica più alte.

Domenica a Marassi arriva la Roma, non l’avversaria migliore da incontrare in questo momento che già dieci giorni fa ha rispedito a casa la Sampdoria con un secco 4-0 in Coppa Italia. Quanti rimpianti per quella gara, un match che avrei giocato con la squadra titolare per cercare di andare avanti nell’unica competizione in cui togliersi delle soddisfazioni sarebbe stato possibile. I giallorossi giocano bene, benissimo, ma i blucerchiati sono una squadra in grado di sorprendere anche se l’attuale stato di forma gioca tutto a favore della Roma. Forse, potrà essere l’occasione per rivedere in campo Viviano: un ringraziamento speciale va a Puggioni, che a 36 anni si è ritrovato catapultato in campo dopo un lunghissimo periodo di inattività ed ha risposto in maniera impeccabile. Più volte è riuscito a tenere in piedi la baracca, ma all’interno di uno spogliatoio le gerarchie nel ruolo del portiere sono sacre ed è giusto che, se pronto, Viviano torni a difendere i pali della Sampdoria e a raccogliere gli applausi che sicuramente la Sud gli regalerà.

Alberto Boffano www.sampdorianews.net

675 Visite totali 3 Visite di oggi
© Riproduzione riservata