A Danilo Celano il Giro dell’Appenino edizione 2017

appennino2

di Pierluigi Gambino –

Ancora una splendida edizione del Giro dell’Appennino, nuovamente ambientato nella sua parte conclusiva nel Levante genovese. Meritato il successo del lucano Danilo Celano, autore di una mini fuga decisiva negli ultimi chilometri di gara, quando già si iniziava ad intravvedere il traguardo di Chiavari.

Subito ritmo elevato, ma la fuga riesce a prendere il largo. A comporla sono Filippo Fortin (Tirol Cycling Team), Nicola Genovese (D’Amico-Utensilnord), Marco Zamparella (Amore&Vita – Selle SMP), Marco Molteni (Unieuro Trevigiani), Timon Loderer (WAS-Greenlife) e Thery Schir (Team Vorarlberg). Dopo aver raggiunto un vantaggio massimo superiore ai sei minuti, il divario tra battistrada e gruppo è inferiore ai tre minuti quando vengono percorsi 100 km di gara.

Quando si arriva a Camogli il gruppo torna compatto e tale rimane fino alla salita di Monte Domenico, dove prendono margine Rodolfo Torres, Egan Bernal e Mattia Cattaneo (Androni-Sidermec), Manuel Senni (Italia) e Cristian Rodriguez (Wilier-Selle Italia), ai quali si accodano Sergei Firsanov (Gazprom-Rusvelo), Francesco Manuel Bongiorno (Sangemini), Fausto Masnada (Androni-Sidermec), Simone Andreetta (Bardiani-CSF) e Oscar Sanchez (Strongman Bicicletas).

Il campione uscente Firsanov può giocarsi la riconferma, ma cade sulla successiva discesa. Stessa sorte, dal gruppo, per Marco Canola (Nippo-Vini Fantini). Ai piedi dell’ultima salita rimangono solo in sei davanti: Torres, Bernal, Cattaneo, Senni, Celano e Rodriguez. Quando la strada va di nuovo all’insù verso Leivi, è Senni il primo a rompere gli indugi, ma sul rappresentante della nazionale italiana si riporta Danilo Celano, che poi prosegue dritto e fa il vuoto.

A cinque chilometri alla conclusione il margine nei confronti degli inseguitori è superiore ai 30 secondi e non c’è più nulla da fare per nessuno. Il ventisettenne di Policoro si aggiudica a sorpresa – ma meritatamente – il Giro dell’Appennino 2017 chiudendo indisturbato a braccia alzate. Secondo posto per Egan Bernal, terzo per Manuel Senni.

Ordine d’arrivo:

1 Danilo Celano (Amore & Vita) 5:00:30
2 Egan Bernal (Androni) +0:16
3 Manuel Senni (Italia) +0:16
4 Cristian Rodriguez (Wilier Triestina) +0:16
5 Rodolfo Torres (Androni) +0:16
6 Mattia Cattaneo (Androni) +0:16
7 Fausto Masnada (Androni) +0:34
8 Matteo Busato (Wilier Triestina) +0:34
9 Ivan Santaromita (Nippo) +0:34
10 Oscar Sanchez (Strongman) +0:34

567 Visite totali 3 Visite di oggi
© Riproduzione riservata