Anticipo pomeridiano: un’autorete lancia la Juventus

allegri

di Franco Avanzini –

Al Renzo Barbero si gioca Palermo-Juventus. Bianconeri che vogliono mantenere la prima posizione in classifica. Si parte subito con un tiro alto di poco da parte di Higuain. Ammonito quindi Bonucci per un fallo tattico mentre sull’altro fronte finisce sul taccuino Goldaniga per gioco scorretto. La successiva punizione di Pjanic viene deviata da Posavec. Gara nervosa, ammoniti anche Mandzukic e Gonzalez.. Posavec in presa bassa anticipa il lanciato Higuain. Tanti cartellini in questa gara, se ne prende uno anche Dani Alves. Si fa male Rugani, entra Cuadrado. La prima vera occasione arriva al 33′. Contropiede di Higuain, gran palla per Lemina che calcia bene, Posavec vola e devia poi la difesa rosa-nero libera. Partita tesa, giallo per Aleesami per l’ennesimo gioco scorretto. Dopo 4 minuti di recupero termina un primo tempo poco esaltante.

Si riparte senza cambi. Al 4′ la Juventus arriva al vantaggio grazie ad una autorete di Goldaniga che devia un tiro da fuori di Dani Alves spiazzando Posavec, 1 a 0. Possesso palla bianconera, Palermo che prova a spingersi in attacco. Ritmi bassi, primo cambio per De Zerbi, esce Balogh ed entra Nestorovski. Al 21′ grande deviazione di Posavec sul tentativo di Mandzukic. Un cambio per parte: Bruno Enrique per Jajalo e Asamoah per Pjanic. Ci prova Mandzukic di testa, sfera fuori dalla porta. L’attaccante juventino ci riprova centrando i pali ma Posavec chiude tutto. Arriverebbe anche il 2 a 0 di Mandzukic ma l’arbitro annulla per fuorigioco. Palermo che alza il baricentro nel finale di sfida. Hijliemark prende il posto di Chochev e Chiellini entra per Dani Alves. Si fa male Asamoah, costretto ad uscire, Juventus in dieci. Quattro minuti di recupero nei quali il Palermo alza ancora di più il baricentro ma non trova la rete del pareggio. Vola la squadra di Allegri.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.