Atalanta-Genoa 2-1, otto minuti bastano alla Dea per vincere

Pochi genoani presenti al Mapei Stadium a seguire la formazione di mister Cesare Prandelli contro l’Atalanta che gioca in Emilia a causa del restyling cui è sottoposto lo stadio di casa.

Primo tempo con due reti annullate all’Atalanta per fuorigioco di Zapata in entrambe le circostanze (ma il primo gol sarebbe stato di Gosens). Genoa ben messo dietro che ha chiuso tutti gli spazi non permettendo il gioco corale alla squadra orobica. Miguel Veloso sugli scudi con alcune conclusioni da fuori area, ultima delle quali sventata in corner da Gollini proprio allo scadere. Bene soprattutto Romero dietro nonostante un piccolo problemino muscolare e non male neppure Lapadula che si è battuto e ha avuto la palla del vantaggio sulla testa ma l’ha sprecata spedendola a fondo campo. Da registrare, infine, i gialli per Veloso e Palomino.

Bastano otto minuti all’Atalanta per mettere al sicuro punteggio e partita. Barrow, appena entrato, approfitta di una indecisione di Zukanovic per battere Radu con un perfetto tiro, ma non è finita qui, azione di Dijmsiti sulla sinistra e cross basso, palla a Castagne che non ha difficoltà a superare ancora Radu, 2 a 0. Gara evidentemente in cassaforte anche perché il Genoa in attacco è apparso fragile e privo di idee. L’occasione finale capita a Romero che però trova sulla sua strada un ottimo Gollini. Nel finale Pandev accorcia le distante ma questa è semplicemente la rete che va bene al tabellino ma non al Genoa che perde 2 a 1.

Queste le squadre mandate in campo dal primo minuto.

ATALANTA: Gollini, Hateboer, Dijmsiti, Palomino, Castagne, De Roon, Freuler, Gosens, Pasalic, Ilicic, Zapata. GENOA: Radu, Biraschi, Romero, Zukanovic, Lerager, Radovanovic, Veloso, Bessa, Criscito, Lapadula, Kouamé

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.