Genoa vittorioso al Bentegodi, 1 a 0. Non accadeva da 59 anni

Pandev Genoa

di Antonella Costa –

Il Genoa espugna il Bentegodi battendo il Verona per 1 a 0 nel corso di una gara combattutissima che, nonostante qualche errore di troppo, mette una volta di più in mostra l’evidente inversione di marcia apportato dall’arrivo di Ballardini sulla panchina rossoblu. Masticano amaro i veneti che, malgrado l’impegno, restano inchiodati al penultimo posto. Queste sono le formazioni scelte dai due allenatori.

VERONA: Nicolas, Romulo, Ferrari, Caracciolo, Souprayen, Bessa, Buchel, B. Zuculini, Verde, Valoti, Cerci.

GENOA: Perin, Spolli, Izzo, Bertolacci, Taarabt, Pandev, Rosi, Rigoni, Veloso, Zukanovic, Laxalt.

Si apre il match con un brivido per il Genoa provocato da un destro di Verde che sfiora la traversa. Risponde il Grifone con Pandev ma Nicolas dice no. Verona che continua ad attaccare pressando gli avversari e portandosi nuovamente al tiro con Souprayen dai venticinque metri. Palla sul fondo. Ghiotta occasione per gli ospiti con Bertolacci che tira, Pandev interviene cercando la deviazione in porta. Sfera fuori di poco. Gialloblu che impongono il proprio gioco costringendo gli uomini di Ballardini a faticare non poco per contenere l’impeto dei padroni di casa. Ancora i veneti in avanti con Cerci che aggancia e tira al volo mancando la conclusione d’un soffio. Al 2′ di recupero il Genoa sblocca il risultato con un grande intervento di Pandev che lascia partire un bolide di destro beffando Nicolas e realizzando la sua prima rete in questo campionato. Il duplice fischio dell’arbitro manda tutti a riposo.
Riprende il gioco con un cambio nelle file del Verona, tra le quali entra Kean al posto di Zuculini. Pericolosissimi i padroni di casa con Cerci che tira una staffilata chiamando Perin a un magistrale intervento con cui devia la sfera. Clamorosa occasione mancata da Rigoni che solo davanti alla porta calcia di destro mandando la palla fuori di pochissimo. Cambio per la squadra di Ballardini: entra Lapadula al posto di Pandev. Primo cartellino giallo della gara ai danni di Souprayen per intervento non regolamentare. Annullato un gol di Bessa per fuorigioco. Una sostituzione per parte: fuori Rigoni dentro Omeonga per i liguri e Lee al posto di Verde. Ammonito Omeonga per gioco falloso. Tiro di Kean su assist di Souprayen, murato dalla difesa rossoblu. Cartellino giallo per Spolli e poco dopo per Bertolacci. Ancora un’ammonizione, questa volta ai danni di Lapadula. Cambio per il Verona: fuori Valoti dentro Franco Zuculini. Ultima sostituzione per gli ospiti: Biraschi al posto di Laxalt. Ammonito Buchel per gioco falloso. L’arbitro decreta cinque minuti di recupero. Clamorosa occasione fallita per il Genoa che si porta al tiro con Biraschi. Palla che si perde sul fondo. Termina la gara con la vittoria del Grifone sul Verona, risultato che i liguri non riuscivano a conquistare al Bentegodi nella massima serie da ben 59 anni e che stasera frutta loro tre preziosissimi punti che consentono agli uomini di Ballardini di portarsi a quota 13 in classifica, lasciando gli scaligeri penultimi a quota 9.

305 Visite totali 3 Visite di oggi
© Riproduzione riservata