La solita Samp formato trasferta cede anche alla Spal (3-1)

La beffa finale arriva dalla differenza reti, che relega la Samp al decimo posto  “consegnando” il nono al Torino di Walter Mazzarri.

La solita squadra formato trasferta al di là della pessima direzione arbitrale di Di Bello che fin dalle prime battute condiziona la gara assegnando un rigore parso inesistente e di lì a poco espelle Caprari, cede anche alla Spal che, dal canto suo mette in cassaforte la salvezza grazie ai gol di Antenucci (doppietta) e Grassi.

I blucerchiati salvano almeno l’onore con il gol di Kownacki nella ripresa (una delle poche note liete della giornata) ma è decisamente troppo poco per una squadra che lontano da Marassi ha tenuto una media da retrocessione vanificando puntualmente quanto di buono costruito tra le mura amiche.

Da qui si dovrà ripartire il prossimo anno (sembra ancora con Giampaolo in panchina) per non ripetere un campionato così altalenante e cercare di evitare l’ormai canonico rilassamento nella parte finale.

1584 Visite totali 3 Visite di oggi
© Riproduzione riservata