Le altre gare: Crotone frenato, Empoli battuto, orgoglio Palermo

Roberto_Donadoni

di Antonella Costa

BOLOGNA-UDINESE 4-0: folgorante apertura di gara del Bologna che trova immediatamente il vantaggio al 2′ con rete di Destro su assist di Donsah. Tre minuti dopo i rossoblu segnano con Krejci di tacco, ma l’arbitro lo annulla per fuorigioco. Alla ricerca del pareggio, l’Udinese sembra innervosirsi e questo porta ad un susseguirsi di cartellini gialli mentre la squadra di Donadoni continua a imporre il suo gioco e raddoppia con Taider al 1′ di recupero.
Inizio di ripresa che vede ancora una volta i felsinei protagonisti con una marcatura che arriva al 14′ ad opera di Destro che, su ribattuta dell’estremo difensore bianconero, infila in rete la sfera. Al 23′ i rossoblu prendono letteralmente il volo grazie ad un autogol di Danilo che devia in rete un tiro dell’avversario Verdi.
Bologna che domina interamente la partita e conquista matematicamente la salvezza, Udinese non pervenuta.

CAGLIARI-PESCARA 1-0: inizio piuttosto equilibrato con le due formazioni che mantengono ritmi bassi, con una prima occasione per il Cagliari con Borriello, la cui conclusione finisce fuori di poco. Al 22′ Minelli assegna un rigore per fallo di mano e Joao Pedro lo trasforma per i sardi. Il Pescara parte alla ricerca del pareggio e al 1′ di recupero crea una buona occasione con Caprari di destro, mancando però la conclusione.
La gara riprende senza grande entusiasmo e senza grandi occasioni per nessuna delle due formazioni che mantengono una situazione di equilibrio, quasi di stagnazione, a cui si aggiunge però un crescente nervosismo. Non si registrano occasioni da rete per nessuna delle due parti, cosi che il risultato resta invariato sino a fine partita.
Pescara fermo a quota 14 mentre il Cagliari approda a quota 41 grazie alla conclusione su rigore di Joao Pedro.

CROTONE-MILAN 1-1: avvio di gara grintoso da parte del Crotone che impegna immediatamente l’estremo difensore rossonero con una punizione calciata da Barberis. Insistono i padroni di casa che all’8′ trovano il vantaggio ad opera di Trotta che calcia di sinistro e insacca alle spalle del portiere. Buona occasione per il Milan con Suso su assist di Deulofeu che si conclude con un nulla di fatto. I diavoli ci riprovano sempre con Suso ma Cordaz respinge in angolo.
Inizio di ripresa con il Crotone che al 2′ tenta il raddoppio con un bel sinistro di Trotta su cui interviene magistralmente Donnarumma. I rossoneri rispondono con determinazione tale da agguantare il pareggio al 5′ ad opera di Paletta. Appena due minuti dopo i diavoli si rendono di nuovo pericolosi con un tiro di Lapadula fermato da un provvidenziale intervento di Rosi. Ci riprova il Milan al 17′ con Kucka che calcia rasoterra ma Cordaz respinge di piede. Al 6′ di recupero i rossoneri perdono Kucka, espulso per somma di cartellini gialli, il secondo dei quali guadagnato per un fallo tattico su Falcinelli.
Ancora una vittoria mancata per i diavoli che faticano loro malgrado a riprendere il volo, punto prezioso per il Crotone.

EMPOLI-SASSUOLO 1-3: apertura di gara che vede il Sassuolo creare una buona occasione al 7′ con Berardi e, sulla stessa azione, con Ricci; la sfera viene deviata in angolo. Non si scoraggiano gli ospiti che trovano il vantaggio al 20′ con Peluso. Appena tre minuti dopo l’arbitro assegna un rigore a favore dell’Empoli per fallo di mano di Ricci all’interno dei 16 metri e Pucciarelli ne approfitta per agguantare il pareggio per i toscani. I neroverdi non si scompongono e al 34′ ritrovano il vantaggio con rete di Matri.
La gara riprende con il Sassuolo che al 12′ trova la terza marcatura con un bel tiro di sinistro di Duncan che infila la sfera alle spalle di Skorupski. Risponde l’Empoli che continua a lottare per cercare di accorciare le distanze e al 25′ calcia in porta con Kurnic che prende la traversa e con Pucciarelli che a sua volta tira su rimpallo spedendo la sfera di poco fuori. Ancora un’occasione per la squadra di Martusciello che cerca il gol con un colpo di testa di Barba su cui interviene Consigli che devìa la sfera in angolo. Di nuovo l’Empoli che con spirito guerriero insiste con Kurnic la cui conclusione viene bloccata in due tempi dall’estremo difensore avversario al 2′ di recupero.
Ottima gara per il Sassuolo che supera l’Empoli con due gol di scarto; sconfitta per i toscani che tuttavia non si sono mai arresi.

PALERMO-FIORENTINA 2-0: partita subito vivace con un’occasione per i rosa-nero ad opera di Rispoli, respinta dalla difesa viola. Al 32′ finalmente si sblocca il risultato con un gol del Palermo ad opera di Diamanti su punizione. Appena quattro minuti dopo i padroni di casa creano un’altra azione che per poco non si traduce in rete. Risponde la Fiorentina che però non trova la conclusione. Ancora un’ottima occasione per i toscani con Babacar che però si vede negare la rete da una magistrale parata di Fulignati.
Inizio di ripresa con un Palermo ancora galvanizzato dal gol di vantaggio e che sulla scia dell’entusiasmo cerca di rendersi pericoloso all’8′ con un tiro di Rispoli la cui conclusione è negata da Tatarusanu. Al 21′ i siciliani ripartono in contropiede con Rispoli che tenta un cross per Nestorovski, purtroppo colto in fuorigioco. I gigliati rispondono con un bel cross di Tello per Mlakar che a sua volta di testa cerca il gol mancando però la conclusione. I Viola perdono un uomo al 42′ per somma di gialli e si ritrovano in dieci a contrastare una dilagante valanga rosanero che trova così il raddoppio con Aleesami al 45′.
Palermo che ritrova l’entusiasmo e dimostra carattere, Fiorentina che non ha saputo ritrovarsi e reagire di fronte agli avversari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.