Le pagelle: Piatek timbra ancora, Sandro in crescita, automatismi cercasi

Sandro Ballardini GenoaRadu: 5,5
Una parata ad alto coefficiente di difficoltà nel secondo tempo su angolo dei ducali, ma soprattutto un’uscita a vuoto in occasione del primo gol.

Biraschi: 7
Primo tempo timido, ripresa in netta crescita con anticipi e ripartenze in serie. Il problema alla mano non lo ha assolutamente condizionato.

Spolli: 5
Se lo si costringe a inseguire il suo avversario non si fa altro che evidenziarne la lentezza e le difficoltà.

Pereira: 5,5
Si dimostra disciplinato e attento ma troppo timido. Parte bene ma pian piano si spegne. (Mazzitelli: sv)

Criscito: 6
Segna un gol che avrebbe potuto riaprire la partita ma in fuorigioco.

Sandro: 6,5
Nonostante la giornata no del centrocampo rossoblù si dimostra un gran giocatore, capace di ragionare sempre.

Hiljemark: 5
Ancora lontano da una prestazione sufficiente, non riesce a trovare misure e tempi. (Favilli: 5,5 Grande forza fisica, deve riprendere il ritmo partita.)

Lazovic: 6,5
A sinistra continua a fornire prestazioni abbastanza interessanti. Nel primo tempo riesce a mettere spesso in difficoltà la retroguardia ospite, suo il cross per Piatek.

Medeiros: 5
Si perde in un bicchier d’acqua. Una partita di grande movimento ma poca concretezza.  (Bessa: 6 Fa quel che può con due conclusioni dalla distanza.)

Kouame: 5,5
Bene nel primo tempo, arruffone nella ripresa dove spesso non ragiona e si lascia prendere dalla fretta.

Piatek: 7
Segna sempre lui ma oggi non basta.

Ballardini: 5,5
Formazione con handicap viste le assenze di Romulo e Pandev, ma non deve e può essere un alibi. Cambi che non hanno sortito l’effetto sperato.

519 Visite totali 3 Visite di oggi
© Riproduzione riservata