Lo Sturla riparte dopo la mareggiata inseguendo la salvezza in A2

nuoto Sportiva Sturla logodi Pierluigi Gambino –

La Sportiva Sturla è immersa in sentimenti opposti. Quella di stamane nella sede sociale
doveva essere una festa, per plaudire alla promozione in A2 della prima squadra (dopo 24 anni) e presentarsi ad una settimana dal via del campionato, in programma sabato prossimo nella piscina di casa a Bogliasco (ospite il Torino), ma ben pochi tra i tesserati biancoverdi hanno avuto la forza di sorridere.
Purtroppo, la mareggiata della notte tra il 29 e il 30 ottobre ha sconvolto il presente ed anche il
futuro prossimo della società sturlina. Ingentissimi i danni alla piscina principale, praticamente distrutta, ma ancor più gravi sono le conseguenze a carico della piscina più piccola, quella destinata a bambini: il terreno è collassato, e ricostruire l’impianto sarà possibile solo in presenza di un funanziamento eccezionale. Nel complesso l’intemperia di fine ottobre, assolutamente senza precedenti, costerà alla Sportva 800 mila euro: un’enormità. “Abbiamo pagato – dicono in coro il presidente Giorgio Conte e il suoi collaboratori più stretti – la mancanza di un pennello adeguato che, al largo, proteggesse il nostro litorale da fenomeni così violenti. Da decenni si parla di costruirlo ma sinora tutti i buoni propositi degli enti locali sono
rimasti lettera morta. Comunque, con lo sforzo di tutti, sapremo riprenderci, ovviamente
indebitandoci. Chiediamo aiuto a tutti coloro che ci vogliono bene”.
Ovviamente, la Panarello, storico sponsor della squadra maggiore, è in testa agli amici dello
Sturla, pronti ad aiutare in qualche maniera la ricostruzione. Nell’attesa, i giocatori di Piero
Ivaldi, altra istituzione biancoverde, sono pronti alla nuova avventura. “Dopo un’annata ricca di
vittorie – precisa il mister – siamo consapevoli che il campionato alle porte ci obbligherà agli
straordinari. Contiamo di garantirci la permanenza nella categoria, ma sappiamo che sarà dura, anche considerando l’infortunio occorso ad Oneto, che non siamo neppure certo recupererà.
Pensiamo che la squadra saprà offrire il meglio di sé da fine gennaio. Puntiamo anche a
valorizzare i nostri numerosi giovani di valore”.
La nuova rosa di coach Piero Ivaldi conta 15 giocatori: i portieri Massimo Dufour e Francesco
Ghiara, i difensori Giovanni Congiu, Edoardo Frodà, Stefano e Riccardo Giusti, i centrovasca
Ivan Parodi e Matteo Cappelli, i centroboa Marco Oneto e Andrea Bonomo, gli attaccanti
Federico Dainese, Pietro Prian, Tommy Baldineti, Fabio Bosso e Matteo Rivarola. Il nuovo
impegno in A2 è caratterizzato dalla conferma dell’ossatura del gruppo, arricchito da sei
elementi nuovi (Dufour, Dainese, Prian, Baldineti, Congiu, Frodà) e cinque Under 17 aggregati
alla prima squadra: il portiere Leonardo Pasini, il difensore Riccardo Bozzo, gli attaccanti
Emanuele Bonati, Sebastiano Villari e Matteo Steri.
Il vivaio è stato sicuramente rinforzato dal’arrivo di Matteo Greco, responsabile del settore
assieme a Ivaldi, con il sostegno del dirigente Federico Dodero. Greco seguirà le squadre
Under 13 e Under !5, Uras l’Under 17, Berlingeri, Pintabona, Ghiara e Bonomo si occuperanno
invece di Scuola Pallanuoto e Acqua Gol.

Updated: 17 Novembre 2018 — 19:32

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.