“Manita” Inter ad un Genoa mai in partita; 5 a 0

di Franco Avanzini –

Due gol in pochi minuti tra il 14′ e il 17′ mettono la sfida completamente a favore dell’Inter rispetto ad un Genoa praticamente nullo in avanti, con una difesa troppo spesso presa in controtempo e un centrocampo che si è fatto spesso superare dagli avversari. E le due reti sono arrivate da errori della difesa rossoblu. Biraschi sbaglia il disimpegno, gli avversari ne approfittano mettendo Gagliardini nella possibilità di mandare il pallone alle spalle di Radu. Sulla seconda rete Lazovic, in anticipo, si fa beffare da Politano che converge verso il centro da destra, fa un paio di passi palla al piede e fulmina ancora Radu. Ma la condotta di gioco del Genoa ha lasciato tutti stupefatti. Kouamé in attacco si è battuto ma non è riuscito ad incidere anche perché non gli sono praticamente giunti palloni giocabili. Pandev è apparso giù di tono senza le giocate che lo avevano contraddistinto nel passato.  La difesa inoltre ha palesato più di un problema con Gunter (fasciato per una testata con Gagliardini) spesso in difficoltà ed il solo Romero che è riuscito a intervenire positivamente su Lautaro Martinez. In mezzo al campo poi Sandro ha fatto il compitino, nemmeno troppo bene ed inutile le corse di Bessa. Il giocatore ex Verona ha spesso girato a vuoto un po’ come tutto il Genoa nel primo tempo.

La ripresa non vede un cliché molto diverso con i nerazzurri di casa che in pratica fanno quello che vogliono. Realizzano subito il 3 a 0 con Gagliardini che riprende una deviazione di Radu su Perisic e poi giochicchiano in mezzo al campo cercando di tanto in tanto qualche accelerazione. E il Genoa? Manda in campo Piatek al 5′ per sostituire un applaudissimo Pandev e poco riesce a fare in zona offensiva. Certamente Kouamé si fa preferire al polacco se non altro per le tante corse fatte e per la volontà messa in campo. Ma Juric dovrà adesso pensare bene al prossimo futuro. Arriverà il Napoli e il rischio è quello concreto di un nuovo k.o. Baldé nel frattempo sostituisce Gagliardini. Idee quasi zero, gara mai in discussione, per il Genoa la campagna milanese quest’anno è altamente avara di soddisfazioni. Veloso per Sandro e Borja Valero che sostituisce Perisic. Infine Omeonga per Romulo da una parte e Nainggolan per Brozovic sull’altra. Nel recupero Joao Mario si regala una soddisfazione personale con un tiro da fuori area rasoterra che non da scampo a Radu, 4 a 0. La matita giunge al 93′ con un colpo di testa di Nainggolan. Genoa nero ma più nero che non possa essere.

Queste le formazioni con le quali le due squadre hanno iniziato la gara. INTER: Handanovic, D’Ambrosio, de Vrij, Skriniar, Dalbert, Gagliardini, Brozovic, Politano, JoaoMario, Perisic, LautaroMartinez GENOA: Radu, Biraschi, Romero, Gunter, Pedro Pereira, Romulo, Sandro, Bessa, Lazovic, Pandev, Kouamé

213 Visite totali 3 Visite di oggi
© Riproduzione riservata