MONDIALE 2018 quarti di finale: Subasic miracolo, Croazia avanti ai rigori sulla Russia

di Franco Avanzini –

Russia-Croazia chiude i quarti di finale, si gioca a Sochi, con il pubblico di casa che ha riempito gli spalti dello stadio. Partono forte i locali con un tentativo murato di Dzyuba ma il primo tentativo è di Rebric con un tiro-cross deviato in angolo da Akinfeev. Prende campo la formazione di Dalic che inizia ad attaccare con buona continuità. anche se non trova grandi spazi liberi e spesso è costretta ad arretrare nei passaggi vista la grande pressione russa. Molti i tentativi dalla parte di Vrsaljko. Su uno dei suoi cross, Perisic di testa manda fuori. Al 31′ Cheryshev  si inventa un tiro da fuori che lascia esterrefatto Subasic, 1 a 0. Bella anche la sponda di Dzyuba, atro elemento che di fatto hanno cambiato la formazione russa. Otto minuti dopo, Mandzukic scade sulla sinistra e crossa una palla perfetta per Kramaric che di testa non sbaglia, 1 a 1. É l’ultima azione di un buon primo tempo nel quale la Croazia è riuscita a pareggiare nel momento peggiore con la Russia che andava alla ricerca del raddoppio.

Dopo un avvio equilibrato, la Croazia sembra prendere campo prima con una rovesciata di Kramaric che Akinfeev controlla agevolmente e soprattutto con Peirsic che colpisce un clamoroso palo interno con un bel rasoterra calciato dal dischetto del rigore. Russia in grande affanno che non riesce più ad uscire dalla propria metà campo. Un tentativo lo fa Mario Fernandes con un cross colpito da Erokin, palla alta. Subasic al 90esimo si fa male ma la Croazia ha già effettuato i tre cambi. I suoi compagni comunque tengono palla salvo che in una occasione in cui Smolov calcia forte ma il portiere avversario devia nonostante l’infortunio.

Si va ai supplementari con Subasic in porta ma nei quali si infortuna Vrsaljko e poco dopo anche Mandzukic dimostra di non essere al massimo. Solo l’ex Genoa viene sostituito con il possibile quarto cambio. Il gol però i croati lo segnano al 10′ del primo tempo supplementare con Vida che di testa da angolo trova lo spiraglio giusto e grazie al velo di Corluka vede la sfera finire in fondo al sacco, 2 a 1. Assalti della Russia ma la difesa avversaria tiene. Nel secondo Subasic bravissimo nel deviare o bloccare un paio di tentativi russi. Al 114esimo però punizione cross di Smolov, testa di Mario Fernandes e il 2 a 2 è cosa fatta. Subasic ancora protagonista su Zobnik. Si va ai calci di rigore.

RIGORI

Smolov (parato), Brozovic (gol), Zagoyev (gol), Kovacic (parato), Mario Fernandes (fuori), Modric (gol), Ignashevic (gol), Vida (gol), Kuzayev (gol), Rakitic (gol)

312 Visite totali 3 Visite di oggi
© Riproduzione riservata