Pagelle Samp: male la difesa in blocco, buon impatto di Kownacki

di Luca Podestà –

Viviano 5.5 – Sui tre gol subiti non ha responsabilità ma difetta nelle uscite restando troppo spesso tra i pali.

Sala 5 – Discreto fino all’ingresso di Douglas Costa. Da lì in poi non ci capisce più nulla.

Ferrari 5 – Sempre in difficoltà, soprattutto su Mandzukic che gli sfugge da tutte le parti.

Silvestre 5.5 – Partecipa agli evidenti errori difensivi, anche se almeno riesce a farsi valere nel gioco aereo.

Regini 5 – Quando la Juve attacca sulle fasce sono dolori. Sia dalla sua parte che da quella di Sala i bianconeri non trovano praticamente mai opposizione.

Barreto 6 – Si guadagna la sufficienza con una prova di grande sacrificio e abnegazione. Nel finale esce stremato lasciando il posto a Verre.

Verre s.v.

Torreira 6,5 – Spesso su di lui gli avversari ricorrono al fallo e questo testimonia quanto fosse considerato il “sorvegliato speciale”. Lui non si fa condizionare e come al solito alla fine risulta il migliore dei suoi.

Praet 6 – Meno brillante del solito, anche se prova spesso l’inserimento tra le linee riuscendo a sprazzi a trovare spunti in interessanti.

Ramírez 5 – Ha sulla coscienza l’errore clamoroso quando si ritrova solo davanti a Buffon dopo un grande recupero di Kownacki e spreca malamente la palla del possibile pareggio. Per il resto non si vede comunque granché.

Caprari 5.5 – Rileva Ramirez dal quarto d’ora della ripresa. Provare ci prova ma senza mai rendersi pericoloso.

Quagliarella 5.5 – Avvio promettente ma ben presto si perde tra le maglie della retroguardia bianconera. Avrebbe anche la palla buona ma il suo colpo di testa viene neutralizzato da Buffon.

Kownacki 6,5 – Ottimo impatto sulla gara con una palla subito recuperata con caparbietà che libera Ramirez davanti al portiere e tanti inserimenti in area. La sua freschezza potrebbe essere un’arma in più in questo finale di stagione.

Zapata 6 – Tra gli ultimi ad arrendersi ci prova fino alla fine trovando Buffon a chiudergli lo specchio della porta. Lotta su ogni palla con la caparbietà delle prime giornate.

Giampaolo 6 – La Samp al di là delle tre reti subite per larghi tratti fa la partita senza mai farsi schiacciare e questo è segno di buona personalità. Peccato per gli evidenti errori difensivi che vanificano una prestazione nel complesso positiva.

1932 Visite totali 3 Visite di oggi
© Riproduzione riservata