Pagelle Samp: tracollo collettivo, si salvano solo Praet, Zapata e Verre

di Luca Podestà –

Viviano 5,5 – Cinque gol sul groppone dopo i quattro di Crotone. Decisamente troppi anche se pure oggi non ha grosse responsabilità.

Bereszynski 5 – Non è in condizione e si vede subito. Probabilmente il suo recupero è stato affrettato. Costretto a lasciare il campo dopo solo mezz’ora.

Verre 6 – Buon impatto sulla partita, uno dei pochi a salvarsi.

Silvestre 5 – Partecipa purtroppo attivamente alla disfatta non riuscendo mai ad arginare le folate offensive dei nerazzurri.

Ferrari 5 – Vale lo stesso discorso fatto per Silvestre. Non bagna certo nel miglior modo la convocazione in Nazionale.

Murru 5 – Candreva dalle sue parti fa quello che vuole. Anche in fase propositiva non si copre certo di gloria.

Barreto 5 – In grande sofferenza sia a centrocampo che soprattutto quando Giampaolo lo arretra sulla linea dei difensori.

Regini 5 – Entra a gara già abbondantemente compromessa e può fare ben poco per cambiare le cose.

Torreira 5 – Altra prestazione incolore dopo quella di Crotone. Evidentemente è in debito di ossigeno dopo una stagione decisamente tirata.

Praet 6 – Insieme a Verre è l’unico a cercare di proporre qualcosa nella zona nevralgica del campo.

Ramirez 4,5 – Non si vede praticamente mai se non per un giallo che poteva risparmiarsi. Sta attraversando un momento decisamente molto negativo.

Caprari 5 – Rileva lo spento Ramirez ma a sua volta non incide minimamente in una gara ormai segnata.

Quagliarella 5,5 – Solito impegno con qualche buona iniziativa ma senza mai trovare launa conclusione in porta. Troppo poco per meritare la sufficienza.

Zapata 6 – Un palo che avrebbe meritato miglior sorte e approccio giusto alla gara (a differenza di molti compagni). Davanti è l’unico a creare qualche apprensione ad Handanovic.

Giampaolo 4,5 – Se due indizi fanno una prova la sua Samp sembra essersi squagliata come neve al sole. Occorre invertire subito la rotta per non gettare alle ortiche una intera stagione.

Updated: 18 Marzo 2018 — 15:42

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.