Sampdoria-Frosinone: 0-1. Assalto fallito per i blucerchiati, regge il muro di Baroni

La Sampdoria sa di non poter commettere un altro passo falso dopo la sconfitta con il Napoli e, davanti al suo pubblico, si presenta davvero carica e motivata. Nel primo tempo il Frosinone si presenta davanti ad Audero una sola volta con un tiro che sorvola la traversa creando qualche apprensione. Il resto della frazione è un monologo blucerchiato anche se, alla banda Giampaolo, manca un po’ di precisone sull’ultimo passaggio. La supremazia territoriale innervosisce i giocatori ciociari con il tecnico Baroni che invita i suoi alla calma dalla panchina. E un po’ troppa calma e – forse anche sufficienza – la “usano” i giocatori della Sampdoria che lasciano palleggiare i gialloblù da un lato all’altro della propria area di rigore con Ciofani abile a trovare la zampata vincente. Lo 0-1 non cambia però il leit motiv del primo tempo con i giocatori blucerchiati che continuano ad avere la palla tra i piedi e macinare gioco e chilometri. L‘assedio dei padroni di casa – complice anche un miracolo di Sportiello – non si concretizza.

Riprende sotto il diluvio che si è abbattuto su Marassi il secondo tempo di Sampdoria-Frosinone e con la stessa trama con cui si era chiusa la frazione precedente. Giampaolo cambia subito e da il via alla staffetta in attacco: dentro Ramirez per Saponara e Defrel per Gabbiadini. Il forcing continua ma la rete resta stregata per la Sampdoria con Giampaolo che gioca la carta Sau per Ekdal passando ad un 4-3-3. Non cambia però, nonostante la continua e assidua presenza dei blucerchiati nella metà campo avversaria il risultato. Sul finale vale un po’ tutto con l’arbitro Marinelli in completa confusione. Il muro di Baroni però regge ed espugna il Ferraris.

Updated: 10 Febbraio 2019 — 17:31

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.