Sampdoria, Giampaolo: “A Bergamo per ripartire, dovremo dare tutto e qualcosa in più”

Giornata di vigilia in casa Sampdoria, domani impegnata all’Atleti Azzurri d’Italia con l’Atalanta nel posticipo delle 18. Gara che, a ventiquattr’ore dal fischio d’inizio, Giampaolo da Bogliasco ha introdotto così, partendo dal ko di Roma in coppa.

“Bisogna voltare pagina e ripartire, perché domani abbiamo un altro impegno bello tosto. Dopo aver analizzato le situazioni dell’Olimpico ripartiamo con senso di responsabilità, ma dal probabile 2-1 siamo passati al 4-0, i dettagli fanno la differenza. Cigarini? Ha giocato una buonissima partita, è un giocatore con tanta esperienza. Bereszynski ha esperienza internazionale, non si è risparmiato, anche se deve capire ancora alcune cose. Djuricic ha qualità individuali interessanti, al netto dell’errore sul secondo gol subito mi ha soddisfatto”.

Dalla sfida con i giallorossi a quella di domani con i nerazzurri. “La Sampdoria domani dovrà fare il massimo e qualcosa in più di quelle che sono le sue possibilità. Ci sarà da correre tanto, ma avremo bisogno di freschezza fisica e mentale e non abbiamo tempo per recuperare. A oggi la linea a quattro vista in campionato è stata la più affidabile, ma devo uscire dall’equivoco a sinistra. Se Regini resta a sinistra, serve un centrale in più. Oppure uno tra Pavlovic e Dodô deve essere titolare”. Sull’avversario di giornata. “L’Atalanta è la classica squadra di Gasperini, con valori tecnici migliori e che palleggia bene. Le difficoltà a trovare il gol? Nell’ultimo periodo ne abbiamo realizzati meno di quelli che avremmo potuto fare. La rete di Quagliarella in Sampdoria-Sassuolo viene dall’attitudine del giocatore, ogni calciatore ha le sue. Se vogliamo migliorare però dobbiamo fare anche cose che non rientrano nelle nostre caratteristiche principali”.

1236 Visite totali 3 Visite di oggi
© Riproduzione riservata