Sampdoria-Napoli: Milik e Albiol, blucerchiati ko nell’ultima della stagione a Marassi

Luci accese a Marassi, tutto pronto per gli ultimi novanta minuti del campionato davanti ai propri tifosi per la squadra di Marco Giampaolo: di fronte gli azzurri di Maurizio Sarri. Le squadre in campo: Sampdoria con il 4-3-1-2 con Belec; Bereszynski, Andersen, Ferrari, Regini; Linetty, Torreira, Praet; Ramirez, Caprari, Kownacki. A disposizione: Viviano, Tozzo, Sala, Alvarez, Stjiepovic, Strinic, Verre, Silvestre, Capezzi, Zapata. Napoli che risponde con il 4-3-3 con Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Mario Rui; Allan, Jorginho, Zielinski; Callejón, Mertens, Insigne. A disposizione: Rafael, Sepe, Maggio, Hamsik, Do Nascimento, Milic, Rog, Ghoulam, Diawara, Tonelli, Milik. Arbitra Gavillucci di Latina.

È il Napoli a partire piede sull’acceleratore e a trovare il gol dopo cinque minuti di gioco con Mertens, ma il Var dice che il belga è in posizione di fuorigioco. Tutto da rifare al Ferraris, dove a provarci è Insigne: sul sinistro a giro del numero ventiquattro non ha problemi Belec, che si ripete sul colpo di testa di Albiol deviando in angolo. Risposta blucerchiata affidata al colpo di testa su azione da calcio d’angolo di Ferrari, pallone che scheggia la traversa ed esce. Zero a zero all’intervallo, con la ripresa che inizia con la Sampdoria in avanti con Dennis Praet: Reina in due tempi blocca la conclusione del centrocampista belga. Napoli che risponde con il solito destro a giro di Insigne, il pallone si spegna a lato: è ancora il numero ventiquattro un maglia gialla a provare a sbloccare la partita, ma Belec in un grande intervento gli dice di no. Hamsik per Callejon il primo cambio di Maurizio Sarri, Zapata per Caprari quello di Giampaolo: arriva subito anche la seconda mossa dell’allenatore azzurro, che richiama Mertens per Milik.

Ed è proprio il numero 99 (ammonito) a sbloccare subito il match con un sinistro a giro che finisce all’incrocio dei pali. 1-0 Napoli a Marassi, e Azzurri che, dopo l’interruzione per cori di discriminazione territoriale da parte di alcuni tifosi blucerchiati e l’intervento di Ferrero per far rientrare la situazione, con Raul Albiol trova il raddoppio. Rog per Allan il terzo cambio di Sarri, out Regini e Kownacki per Strinic e Alvarez nel Doria. Lista dei cartellini che si allunga con i gialli ad Hamsik e Ramirez dopo un accenno di rissa in mezzo al campo, ammonito anche Linetty per un fallo su Hysaj. Sei i minuti di recupero, nei quali però non succede più nulla: 2-0 Napoli a Marassi, con la Sampdoria che chiude con una sconfitta il campionato davanti ai propri tifosi, delusi per l’Europa sfumata: “Il prossimo anno credeteci come quest’anno ci abbiamo creduto noi” lo striscione esposto in sud dopo il due a zero del Ferrari.

988 Visite totali 3 Visite di oggi
© Riproduzione riservata