Verso Sassuolo-Sampdoria, la conferenza di Giampaolo: “Vincerà chi sbaglierà meno”

Tempo di vigilia per la Sampdoria che si appresta a partire alla volta di Reggio Emilia dove domani, alle 15 sarà di scena al Mapei Stadium contro i padroni di casa del Sassuolo. Il tecnico blucerchiato, Marco Giampaolo, ha parlato nella consueta conferenza stampa.

E l’allenatore della Sampdoria parte subito dall’analisi del KO contro l’Atalanta: “Il pareggio forse sarebbe stato il risultato più giusto. Abbiamo analizzato insieme alla squadra la sconfitta. Guardando i numeri della sfida contro i bergamaschi non abbiamo fatto male. Gli episodi hanno premiato i nostri avversari“. La sfida contro ragazzi di Gasperini è però archiviata: “La partita contro il Sassuolo arriva al momento giusto. Sarà l’occasione per dimostrare che stiamo acquisendo quella consapevolezza che ancora ci manca. La stessa che invece l’Atalanta ha dimostrato di aver contro di noi“.

Sulla sfida del Mapei Stadium però Giampaolo non ha dubbi: “Va affrontata con l’atteggiamento giusto. Sarà quella la chiave. Non dobbiamo pensare che, in caso non arrivassero i 3 punti siamo tagliati fuori dalla corsa europea. Siamo ancora in tempo per mantenere una media punti che ci permetta di continuare a sognare un posto in Europa. In ogni caso sarà una partita che vincerà chi sbaglierà meno“.

In casa Sampdoria ha tenuto banco la questione relativa all‘incidente di Defrel ma i blucerchiati arrivano sereni a questa sfida: “A parte qualche acciacco arriviamo bene alla sfida contro il Sassuolo. Per quel che riguarda il nostro attaccante posso solo dire che in settimana si è allenato davvero bene. La questione è stata gonfiata troppo”.

Sull’allenatore avversario: “De Zerbi è un ottimo tecnico, ha trascinato la squadra verso obiettivi importanti arricchiti da qualche exploit“. Prima di chiudere l’incontro con la stampa c’è spazio per Giampaolo per un commento su quanto accaduto con un altro collega, Gasperini punito con una sola giornata di qualifica: “Una pena forse non equa ma a noi cambia poco. Sicuramente non era sereno“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.