Sassuolo-Sampdoria: Schick non basta, al Mapei Stadium finisce 2-1

IMG_0837 Per ritrovare il sorriso il Sassuolo, per gettare le basi per il futuro la Sampdoria: eccolo lo spettacolo del Mapei Stadium, con neroverdi e blucerchiati in campo nel posticipo delle 18 della trentaduesima giornata. Le squadre in campo: 4-3-3 con Consigli; Lirola, Acerbi, Cannavaro, Peluso; Pellegrini, Aquilani, Missiroli; Politano, Matri e Ragusa la scelta di Di Francesco. Sampdoria di Giampaolo con il collaudato 4-3-1-2 con Viviano; Bereszynski, Silvestre, Skriniar, Regini; Barreto, Torreira, Praet; Fernandes, Quagliarella, Schick. Arbitra Pairetto di Nichelino.

È il Sassuolo a fare la partita, a sbloccare il match però è la Sampdoria: conclusone dal limite di Silvestre, deviazione decisiva di Schick per il nono gol in campionato. 1-0 Samp al Mapei Stadium, con il primo tempo che si chiude con i blucerchiati in vantaggio e Bereszynski, Pellegrini, e Peluso sanzionati con il giallo dal direttore di gara. Al ritorno in campo dopo l’intervallo, Linetty (subito ammonito) per Praet (infortunato) il primo cambio di Giampaolo e Sassuolo che subito in gol: assist di Pellegrini e rete di Ragusa. 1-1 e tutto da rifare per Regini e compagni, che al 54′ passano in svantaggio. Palla dalla bandierina e stacco di testa vincente di Acerbi, 2-1 e rimonta Sassuolo.

Lista dei cartellini che si allunga, Politano sanzionato per un brutto intervento su Linetty, e altro cambio per il Doria: out Fernandes, al suo posto Alvarez. Djuricic per Barreto l’ultima mossa di Giampaolo, mentre Di Francesco manda in campo Iemmello e Duncan per Matri e Pellegrini. Quagliarella prova da posizione defilata a trovare la giocata del pareggio, ma il pallone è alto.Adjapong per Politano l’ultima mossa di Di Francesco, con la Sampdoria tutta nella trequarti avversaria alla ricerca del pareggio ma il risultato non cambia più. Finisce 2-1 al Mapei Stadium, dopo il bel pareggio con la Fiorentina arriva uno stop lontano da Marassi per i blucerchiati.

345 Visite totali 18 Visite di oggi
© Riproduzione riservata