Tre giorni a tutto… Sport, nella festa al Porto Antico

di Pierluigi Gambino –

E’ un evento unico nel panorama italiano, come testimoniano alcune cifre eloquenti: quasi cento discipline coinvolte, circa 150 associazioni sportive reclutate, oltre centomila persone che, secondo i pronostici, frequenteranno l’ampia area del porto Antico in soli tre giorni, do 18 al 20 maggio. La pecualiarità principale di quest’iniziativa, giunta all’edizione numero 14 e ancora targata “Stelle nello Sport” è proprio la location: la superficie tra terra e mare che caratterizza la zona più frequentata e suggestiva della città.
La Festa dello Sport – è di questo che scriviamo – è un fantastico contenitore di appuntamenti di carattere eminente sportivo che si susseguono a ritmo incalzante, chiamando in causa soprattutto le leve più giovani, ma anche genitori e nonni, all’insegna del divertimento.
L’anteprima alla festa è di carattere musicale. Si intitola “suoniamo con Maurizio” e si svolgerà giovedì sera presso il tendone, con la partecipazione di gruppi musicali e cabarettisti con un esemplare scopo di solidarietà.
La mattina successiva si entrerà nel vivo con la Baby Maratona e con l’Olimpiade delle scuole, in sinergia con il settore tecnico del Coni: solo un assaggio di quanto istruttori capaci e collaudati cercheranno di proporre a chi intenderà, nell’arco dei tre giorni, cimentarsi con una nuova disciplina. Tutto ciò per promuovere i valori e la passione per lo sport.T
La sera di venerdì 18 maggio sarà dedicata all’avvenimento clou, il Gala di Stelle nello sport, che convocherà sul palco della Saa Grecale dei Magazzini del Cotone grandi personaggi del mondo dello sport, della musica e dello spettacolo, con una premiazione basata sulle preferenze degli sportivi stampate sulle schede di votazione.
Di rilievo, la sera di sabato, la Notte Magica dello Sport, che porterà ad esibirsi sul palco del Mandraccio tanti campioni dello sport ligure. Basti citare l’azzurro di rugby Castello, la podista Emma Quaglia, il nuotatore Stochino. E domenica sarà garantita la presenza al Porto Antico di Matia Perin, portiere del Genoa, disponibilissimo per foto ricordo ed autografi.
Di rilievo pure la premiazione del Premio Fotografico Nicali e del concorso scolastico “Il Bello dello Sport”,previsti sabato mattina in piazza delle Feste: fotgrafie e disegni in concorso, con grandi campioni a premiare i vincitori.
Le opportunità di svago si contano davvero a decine. Non manca uno spazio fitness, stavolta dedicato agli adulti più che ai bimbi. Inoltre, in tutti e tre i giorni sul piazzale del Mandraccio andrà in onda “Eduicare allo sport”, per avvicinare i giovani a ginnastica, scherma e discipline da combattimento. Calcio, basket, tenis, volley saranno invece protagonisti domenica mattina nella Giornata paralimpica delle Stelle, riservata alle persone con disabilità. D’altronde, la Festa ha anche una spiccata valenza sociale, che si riflette nelle numerose raccolte di fondi, la priù importante delle quali a favore della Gigi Ghirotti Onlus.
Che altro? Il Miglio Blu, corsa podistica in programma domattina su un tracciato attorno ai Magazzini del Cotone. E un’iniziativa che merita il recor dell’originalità: la raccolta di scarpe da ginnastica esauste con le quali costruire nel tempo una pista di atletica in tutto simile a quella del Palasport Genovese, dove Pietro Mennea batté lo storico record sui 60 metri.

462 Visite totali 3 Visite di oggi
© Riproduzione riservata