Uno sfortunato Genoa cade a Napoli. Gol partita di Albiol

Ballardini Genoa

di Antonella Costa –

Match ricco di agonismo e azioni quello disputatosi questa sera al San Paolo e che ha visto il Napoli battere il Genoa per 1 a 0. Gli uomini di Ballardini hanno messo in campo orgoglio, carisma, qualità e determinazione rivelandosi un avversario ostico e difficile da battere. Queste sono le formazioni scelte dai due allenatori.

NAPOLI: Reina, Hysaj, Koulibaly, Albiol, Mario Rui, Allan, Jorginho, Hamsik, Callejon, Mertens, Insigne.

GENOA: Perin, Biraschi, Spolli, Zukanovic, Rosi, Hiljemark, Bertolacci, Lazovic, Laxalt, Pandev, Galabinov.

Inizia subito pimpante il Genoa che si porta in avanti con Hiljemark sul cui tiro interviene Reina che blocca a terra. Ci riprovano i rossoblu con Lazovic che di destro cerca la conclusione. Palla che si spegne sull’esterno della rete. Risponde il Napoli con Mertens che regala un brivido agli avversari. Sfera fuori di poco. Non si lascia intimidire la squadra di Ballardini che riparte con Bertolacci sfiorando il vantaggio. Pericolosissimi gli uomini di Sarri che partono all’assalto con il solito Mertens che prova il tiro a giro mancando di pochissimo lo specchio della porta. Rapidi capovolgimenti di fronte per le due compagini che si affrontano a viso aperto con carattere e determinazione in una gara che si prospetta scoppiettante e avvincente. Prima sostituzione della partita per i padroni di casa: Zielinski prende il posto di Hamsik, costretto a lasciare il campo per un problema muscolare. Zampata di Pandev che viene deviata da un difensore avversario. Ci riprova Spolli con un colpo di testa che sfiora il legno. Rispondono gli azzurri con Insigne che di testa colpisce l’interno del palo facendo tremare i liguri. Concesso un minuto di recupero al termine del quale il duplice fischio dell’arbitro manda tutti negli spogliatoi.
Riprende il gioco con il primo cartellino giallo estratto ai danni di Laxalt per intervento falloso. Padroni di casa pericolosissimi con Jorginho che serve Callejon anticipato d’un soffio da un ottimo Perin che sventa così la minaccia e fa ripartire i rossoblu. Napoli estremamente aggressivo e deciso in questa seconda fase di gara tanto da mettere in seria difficoltà gli ospiti che tuttavia non si lasciano spaventare e mettono in campo carattere e determinazione. Mertens con un rasoterra da fuori area colpisce il palo regalando un brivido agli uomini di Ballardini. Occasione per il Genoa con Pandev il cui tiro si spegne a lato. Sostituzione nelle file del Genoa: Taarabt al posto di Lazovic. Grifone in avanti con Taarabt che tira di sinistro. Reina non si fa sorprendere e blocca a terra. Cambio per gli ospiti: Rigoni per Pandev. Zampata fulminante dei partenopei che sbloccano il risultato con Albiol che di testa batte Perin siglando l’1-0. Ammoniti Zielinski per trattenuta nei confronti di Biraschi e Rosi per fallo su Insigne. L’esterno rossoblu salterà la prossima gara contro la Spal. Sostituzione per i liguri: dentro Rossi fuori Rosi. Cambio anche nelle file del Napoli: Milik per Mertens. Ultima sostituzione per i padroni di casa: Rog per Callejon. Pericolosissimi gli uomini di Sarri che si portano all’attacco con Milik che entra in area e serve Insigne il cui tiro viene deviato sulla linea da Biraschi. Concessi tre minuti di recupero durante il quale non avviene nulla di significativo. Il triplice fischio di Pasqua decreta la vittoria del Napoli, faticosamente conquistata nel corso di una gara in salita contro una formazione che ha messo in campo carattere e grinta e che non ha mai ceduto le armi ma ha combattuto fino all’ultimo senza risparmiarsi.

756 Visite totali 3 Visite di oggi
© Riproduzione riservata