Verso Parma-Sampdoria, la conferenza di Giampaolo: “Dobbiamo trovare nuove motivazioni. Futuro? Incontrerò la società”

Il mister della Sampdoria presenta, nella consueta conferenza stampa della vigilia, il match di domani tra i blucerchiati ed il Parma. E proprio sugli avversari, Marco Giampaolo non ha dubbi: “Affrontiamo una squadra che ha fatto molto bene. Cercano punti per la matematica salvezza anche se ormai possono considerarsi già una delle prossime partecipanti alla massima serie. Hanno conquistato tanti punti nel girone di andata e il merito va dato ai giocatori e all’allenatore ma anche alla società. I grandi traguardi si conquistano con motivazione e programmazione“.

Per la Sampdoria l’obiettivo Europa League sembra essere definitivamente svanito dopo la sconfitta casalinga contro la Lazio: “Non ho mai bleffato, ho sempre cercato di alzare l’asticella perché credo che solo così si possano raggiungere gli obiettivi. Il nostro scopo era quello di restare agganciati a quel treno fino all’ultima giornata perché quando si esce dal gioco poi ritrovare le motivazioni è dura. Ma serve cercarne altre: il rispetto della maglia, dei tifosi oltre a migliorare la classifica della scorsa stagione. In generale però alla squadra non posso rimproverare nulla“.

A proposito di motivazioni, c’è chi è ancora in corsa per obiettivi personali: “Quagliarella può vincere la classifica cannonieri e sicuro vorrà arrivare in fondo. Un traguardo non programmato ad inizio stagione“.

Qualche dubbio di formazione per il tecnico che però ha intenzione di cambiare qualcosa in queste ultime giornate: “È il giusto premio per chi ha lavorato bene ma trovato poco spazio. Ferrari, ad esempio, è uno di quei giocatori che vorrei sempre avere in rosa. Si è allenato al massimo, in silenzio, e ha raccolto i frutti. Caprari Barreto sono ormai recuperati ma non so se partiranno già dal primo minuto“.

Sul suo futuro invece non si sbilancia: “Come dicevo la settimana scorsa abbiamo fatto 30 ma non 31. Per colmare quell’uno ci vuole ancora qualcosa. Con la società ci siamo dati appuntamento nell’ultima settimana di campionato per capire cosa effettivamente ci è mancato e come, eventualmente, poterlo riempire“.

Prima di chiudere però c’è spazio anche per l’iniziativa che i due club hanno annunciato per la partita. Uno scambio di grafica sulle maglie per celebrare un’amicizia: “È una delle cose belle del calcio. Un omaggio ad un gemellaggio storico tra le tifoserie“.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.