Virtus Entella, solo un pareggio. Liguri retrocessi in Lega Pro

di Franco Avanzini –

Doveva vincere l’Entella per salvarsi e nonne l’ha fatta. Da Ascoli la squadra di Volpe torna con l’ennesimo 0 a 0 che non serve a nulla. I liguri tornano in Lega Pro, retrocessi. E’ stata la gara di andata, mal giocata che in pratica ha decretato il destino di Paron e compagni. Inutili i tentativi verso la porta di Agazzi nelle Marche tanto più che i locali sono stati sfortunati nella ripresa quando hanno colpito un palo.

Queste le squadre mandate in campo dai due mister. Ascoli: Agazzi, Padella, Mengoni, Gigliotti, Mogos, Kanoute, Addae, Baldini, Pinto, Clemenza, Monachello. Virtus Entella: Paroni, Pellizzer, Benedetti, Cremonesi, Gatto, Ardizzone, Crimi, Troiano, Alij, Aramu, La Mantia.

E’ il 3-5-2 la tattica scelta da Volpe che prova a pungere fin da subito anche se non arrivano grandissime emozioni. Ascoli che può anche pareggiare per restare in Serie B. Il primo quarto d’ora fa segnare un solo tiro, di Kanoute da fuori area, palla fuori di poco. Liguri più propositivi che cercano di assaltare la porta avversaria ma Agazzi non corre grandi pericoli. Al 34′ Mogos in area di rigore ha la palla buona ma calcia debolmente e Paroni prima ribatte la sfera e quindi i suoi compagni liberano il tutto in angolo. Ancora protagonista il portiere ospite allo scadere quando blocca una conclusione di Baldini dalla distanza.

Si riparte senza cambi. Sfiora la rete l’Ascoli con un cross lungo di Clemenza sul quale Mengoni non arriva per un nonnulla. Il primo giallo del match è per Kanoute per gioco scorretto. Un cambio per parte in pochi minuti: De Luca per Alij e D’Urso per Baldini. Aramu batte un angolo per l’accorrente Gatto che manda fuori la sfera. Ammonito anche Benedetti per una trattenuta. Vicino al gol l’Ascoli con un tiro di Clemenza che manda il pallone a un soffio dalla porta. Entra Icardi per Gatto. Locali che cercano il possesso palla più che affondare. Sanzionato Padella per gioco scorretto. Al 18′ Benedetti di testa incorna bene spedendo la sfera di un soffio a fondo campo.  Sette minuti dopo De Luca calcia, Agazzi non trattiene ma torna sulla sfera in un secondo tempo anticipando Aramu. Vicinissima al vantaggio l’Ascoli con Clemenza che da fuori, rasoterra, manda il pallone contro il palo. Un cambio per parte: Acampora per Cremonesi e Mignanelli per Pinto. Da fuori ci prova Icardi ma Agazzi risponde presente. Ultimi minuti con l’Entella tutta all’attacco. Nervosismo latente, ben tre ammoniti in un giro di lancetta: Gigliotti, Ardizzone e Aramu. Nel recupero De Santis sostituisce Clemenza, un modo per Cosmi e i suoi di perdere tempo. Ultimissima azione con Aramu che avrebbe la sfera per portare avanti suoi ma la calcia lentamente e per Agazzi è un gioco da ragazzi bloccarla. L’Ascoli resta così in Serie B, l’Entella torna mestamente in Lega Pro e non sarà semplice ritornare nell’élite del football nazionale.

552 Visite totali 3 Visite di oggi
© Riproduzione riservata