Vittoria all’inglese per il Real Madrid

di Antonella Costa –

Prima vittoria casalinga per il Real Madrid che batte l’Espanyol al Bernabeu per 2-0. Aggressivi e determinati gli uomini di Zidane, hanno attaccato per tutta la durata dei novanta minuti senza concedere respiro ai catalani, che tuttavia avevano scelto di impostare un assetto totalmente difensivo per affrontare la gara contro i castigliani. Queste sono le formazioni scelte dai due allenatori.

REAL MADRID: Navas, Hakimi, Ramos, Varane, Nacho, Casemiro, Modric (dal 37′ s.t. Ceballos), Kroos (dal 25′ s.t. Vazquez), Isco, Cristiano Ronaldo, Asensio.

ESPANYOL: Pau Lopez, Sanchez (dal 24′ s.t. Granero), D. Lopez, Hermoso, Martin, Fuego, Roca (dal 1′ s.t. Navarro), Darder, Leo Baptistao, Jurado (dal 1′ s.t. Garcia), Gerard.

Si apre il match con un Real Madrid subito aggressivo che crea due occasioni con Isco, entrambe fermate da Pau Lopez. Ancora un assalto dei madrileni con Asensio. Palla fuori. Tocca ora a Sergio Ramos, servito da Isco. Nulla che possa impensierire l’estremo difensore catalano. In questa prima fase di gioco sono soprattutto gli uomini di Zidane a fare gioco e a rendersi pericolosi ma trovano qualche difficoltà nel concretizzare, mentre gli ospiti faticano a creare occasioni, costretti principalmente a contenere l’irruenza avversaria e a tentare la ripartenza in contropiede non appena sia possibile. Colpo di testa di Sergio Ramos che sfiora il gol. Magistrale intervento di Pau Lopez che devia in corner. Vantaggio dei padroni di casa al 30′ ad opera di Isco che riceve da Cristiano Ronaldo e tocca di punta insaccando: è l’1-0. Un minuto dopo è i madrileni che sfiorano la seconda marcatura con un bel mancino di Cristiano Ronaldo. Palla di poco sopra la traversa. Ammonito Nacho per gioco falloso. Prima occasione per l’Espanyol che al 42′ riesce ad arrivare nei pressi della porta difesa da Navas e prova a tirare di sinistro. L’estremo difensore madrileno dice no. Ci riprova ancora la squadra di Sanchez Flores con Gerard Moreno che sfrutta un mancato controllo di palla di Casemiro e tenta il mancino al volo centrando il palo. Risponde il Real Madrid con Asensio che a sua volta calcia di sinistro dal limite dell’area. Pau Lopez interviene senza problemi. Concesso un minuto di recupero durante il quale non avviene nulla degno di nota. Si chiude cosi il primo tempo sul risultato di 1-0 a favore dei padroni di casa.
Riprende il gioco con due sostituzioni per l’Espanyol: Navarro per Roca e Garcia per Jurado. Gli ospiti sfruttano una disattenzione difensiva di Nacho sulla fascia sinistra e tentano di agguantare il pareggio con un gran destro di Navarro. Navas pronto a sventare la minaccia. Ghiotta occasione per i biancocelesti con Leo Baptistao che però sbaglia il passaggio per Gerard Moreno. Pronto intervento di Varane che arresta l’avanzata dei catalani. Ammonito Sanchez per intervento non regolamentare. Ultimo cambio per gli ospiti, tra le cui file entra Granero al posto di Sanchez, costretto a uscire per infortunio. Anche per il Real Madrid è tempo di cambi:Vazquez per Kroos. Occasione preziosa per i biancazzurri con Leo Baptistao che però non riesce a calciare in rete. La risposta dei blancos non si fa attendere e al 26′ arriva il secondo gol ad opera di Isco che, su assist di Asensio, realizza una doppietta. Ammonizione per Casemiro per gioco falloso. Sostituzione per las merengues: entra Ceballos per Modric. Interessante occasione per i madrileni con Vazquez che in spaccata tenta il tiro parato da Pau Lopez. Cartellino giallo per Martin per gioco falloso. Ultimo cambio per i blancos: Borja Mayoral per Isco. L’arbitro concede due minuti di recupero che vedono l’ultima azione dei castigliani con cross di Cristiano Ronaldo per Sergio Ramos il quale però non riesce a segnare di testa. Si conclude così il match sul risultato di 2-0 per il Real Madrid che sigla così la sua prima vittoria casalinga grazie alla doppietta realizzata da Isco, raggiungendo quota 11 punti. Battuto l’Espanyol che ha privilegiato un assetto difensivo pur tentando timidamente qualche escursione nell’area avversaria e che resta fermo a 8 punti.

366 Visite totali 6 Visite di oggi
© Riproduzione riservata