A Rino Surace il 49esimo Premio Internazionale Garofano d’argento 2023

Premio internazionale alla professionalità “Franco Locatelli” è stato consegnato sabato 25 novembre, nella prestigiosa sede di Palazzo Biscari a Catania, a Rino Surace, nell’ambito del 49° Premio Internazionale Garofano d’argento 2023.

Questa la motivazione: “Per aver gestito con grande professionalità e coraggio il ritorno di Euroflora nei Parchi di Nervi, nella veste di direttore, con un formato totalmente innovativo, interpretando al meglio le esigenze del settore e ottenendo un riposizionamento di qualità della manifestazione su uno scenario internazionale e promuovendo altresì la città di Genova, la Liguria e il florovivaismo italiano”.

Ad aggiudicarsi il “Garofano d’argento 2023” nel campo florovivaistico, insieme a Rino Surace, altre due figure internazionali importanti del settore, la spagnola Vicenta Pallarés Castellò, Presidente della CIDAE (Coordinadora Internacional de Entidades de Alfombristas de Arte Efimero) e l’ungherese Klara Biza giornalista ed editore di Budapest.

Tra gli altri premiati, spicca il chitarrista e compositore Mauro di Domenico, noto per le sue collaborazioni con numerosi artisti italiani e internazionali, fra i quali Ennio Morricone, Giuseppe Tornatore e Nicola Piovani.

Il Garofano d’argento è stato consegnato da Carmelita Calì, figlia del compianto Carlo Calì, che istituì questo premio nel 1975 con l’idea di promuovere attraverso di esso il valore del florovivaismo e delle eccellenze in campo imprenditoriale, artistico e culturale, sia a livello territoriale che internazionale. Oggi a portare avanti con passione questo ambito riconoscimento, patrocinato fra gli altri da Regione siciliana, Unioncamere Sicilia, Confcommercio e Federfiori, è la figlia Carmelita che si avvale della collaborazione di esperti nei vari settori a cui il premio è legato.

Oggi sono oltre 400 i Garofani d’Argento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.