Coppa Italia, Roma Spezia 2-4 d.t.s.: liguri ai quarti di finale

Lo Spezia approda ai quarti di finale dove giocherà contro il Napoli eliminando la Roma. Una partita vinta 3 a 2 dopo i tempi supplementari con la squadra di mister Italiano che però ha sprecato il doppio vantaggio. Dopo cinque minuti Maggiore viene atterrato in area e l’arbitro Ghersini decreta il rigore che Galabiniv trasforma; passano altri dieci minuti e il rigorista serve Saponara che non sbaglia in corsa, 2 a 0. La Roma fatica molto a recuperare campo. Spinazzola prima e Pedro dopo vanno vicini al gol che giunge al 42′ quando l’arbitro decreta un penalty ai locali. Ismaijli atterra Pellegrini e lo stessa romanista trasforma il tiro dagli undici metri, 2 a 1 al termine del primo tempo.

Attacca la Roma alla ricerca del pareggio fin dai primi minuti della ripresa. Borja Majoral non arriva su un cross dalla fascia per pochissimo. Pedro ci prova ma non ci riesce. Il pareggio arriva comunque al 27′ dopo una bellissima azione in velocità dei locali conclusa da Mkhitaryan. La Roma sfiora il tris ancora con l’armeno ma nel finale sono i liguri Ada avere la palla del match con Piccoli, grande la riposta di Pau Lopez.

Nei supplementari, nei primi due minuti prima Mancini e quindi Pau Lopez vengono espulsi dall’arbitro.Il primo per doppio giallo ed il secondo per un intervento falloso fuori area su un avversario. Con la Roma in nove, allo Spezia riesce facile far girare palla. Saponara e Maggiore non trovano la porta per poco ma nel secondo extra time Verde di testa non sbaglia e fa il 3 a 2. Quindi ad un minuto dalla fine ancora Saponata con un pallonetto sigla il poker definitivo. Spezia avanti tutta!

Formazioni:

Roma: Pau Lopez, Mancini, Cristante (95′ Ibanez), Kumbulla, Bruno Peres, Pellegrini, Villar (69′ Karsdorp), Spinazzola (69′ Veretout), Pedro (95′ Fuzato), Mkhitaryan (85′ C. Perez), B.Majoral (90′ Dzeko).

Spezia: Krapikas, Vignali, Ismaijli, Erlic, Ramos (68′ Ricci), Deiola (80′ Acampora), Sena (68′ Dell’Orco), Maggiore, Agudelo (59′ Verde), Galabinov (68′ Piccoli), Saponara.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.