Davide Ballardini: “Lazio grande squadra, sa quello che vuole”

Ballardini Genoa

di Franco Avanzini –

Il tecnico del Genoa Davide Ballardini ha parlato la vigilia del match che la sua squadra disputerà a Roma contro la Lazio (inizio ore 15). La sfida di Roma potrebbe equivalere ad un crocevia per il Grifone, atteso da tre gare in una settimana (mercoledì primo turno infrasettimanale dell’anno calcistico). Riflettori puntati subito sulla squadra allenata da mister Simone Inzaghi: “La Lazio è una squadra che sa quel che vuole. Ha forza ed esperienza visto che da alcuni anni è a questi livelli consolidati. Sa come attaccarti, lo fa con chiarezza. E’ una squadra con tanta personalità”.

Uno dei giocatori più importanti del Genoa è Daniel Bessa: “Può giocare in vari ruoli. E’ importante che vesta la nostra maglia. Tatticamente ci permette di variare modulo anche durante la sfida stessa”. Molto atteso da tifosi e addetti ai lavori è Sandro: “Sta bene – prosegue Ballardini – sarà convocato”. Sui probabili partenti per la trasferta romana il tecnico commenta: “Pandev ha avuto ma di schiena ma si allenerà oggi tranquillamente. Non ci saranno invece sicuramente Lisandro Lopez, Favilli e Lapadula. Per il resto Kouamè ha iniziato ad allenarsi con noi da mercoledì visto che aveva avuto un paio di giorni di permesso per la nascita del figlio. Romero infine ha ripreso a lavorare con la squadra”

Settimana intensa con tre gare in sette giorni: “Pensiamo ad una gara alla volta”. Che Genoa scenderà in campo? “Una squadra che dovrà esser convinta dei propri mezzi. Tutti i giocatori dovranno aiutarsi l’un con l’altro”. prima gara da avversario per Marchetti: “Marchetti è sempre carico, ha una carica sana. Non ha nulla da dimostrare a nessuno, deve solo fare la sua partita”.

Col Bologna si è vinto ma…”Le statistiche dicono che abbia fatto meglio contro il Sassuolo nonostante la sconfitta. Avevamo tirato molto di più in porta e avevamo subito davvero poco. Col Bologna siamo stati molto seri e generosi. Gli emiliani sono una squadra con giocatori importanti, non facili da affrontare. Quella vittoria per noi è stata molto importante” Infine una battuta su Gunter: “Per me è un giocatore forte. E’ bravo anche con la palla tra i piedi e può giocare in più ruoli. Contro il Bologna ha fatto il quinto a destra e ha svolto il lavoro in maniera interessante”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.