Davide Ballardini: “Dobbiamo ritrovare umiltà e solidità”

Ballardini Genoa

di Franco Avanzini –

Conferenza stampa di mister Davide Ballardini prima di Genoa-Chievo che si giocherà domani sera con inizio alle ore 21. Tra i punti toccati anche una difesa che in trasferta fa acquata da tutele parti avendo incassato nove ret in due sfide, cinque a Reggio Emilia e quattro a Roma casa Lazio: “Questa squadra è stata rinforzata davanti, ancora da dimostrare è che o sia stata in mezzo e in difesa. Abbiamo comunque 6 punti frutto di due vittorie e due sconfitte. A Reggio Emilia siamo stati leggeri e superficiali poi quattro a Roma contro una squadra che fisicamente sta bene. Noi dobbiamo tornare ad essere più compatti. Occorre ritrovare la giusta umiltà, compattezza ed attenzione dello scorso anno. Ma questo Genoa mi piace. Ci sono giocatori che mi piacciono molto”.

Ma cosa è accaduto lontano dal Ferraris? “Abbiamo dimostrato supponenza, dobbiamo ritrovare la giusta umiltà”. Problema Marchetti? “A parte l’anno che è stato fermo, è stato condizionato anche da un infortunio in pre campionato. Ci vuole tempo per ritrovarlo”, Seconda gara a pochi giorni da quella romana, cosa cambierà in formazione? “Vedremo oggi come staranno Gunter, Favilli e Sandro. Questi sono i miei dubbi. Qualcosa cambieremo, probabilmente però solo a livello tecnico”,

Tornando alla gara di Roma, Ballardini spiega: “A Roma eravamo nella nostra metà campo ma è come se non ci fossimo stati. E’ mancata la sicurezza. Modulo diverso domani sera? “Non cambierò il modulo – prosegue il tecnico – Ci difendiamo sempre a quattro quando gli altri attaccano. Solo il primo anno ho giocato stabilmente con i quattro difensori, poi sempre a tre”. Tra i giocatori che ancora non si son visti c’è Rolon mentre Sandro ha iniziato a saggiare il campo proprio nella Capitale: “Rolon lo avete visto ad Alessandria, dovrebbe avere al so fianco giocatori più fisici e prestanti. Sandro invece manca ancora un po’ per vederlo come vogliamo noi”.

La fascia destra sera un problema visti i giocatori che ci hanno giocato: “Tutte le squadre hanno tre elementi da far giostrare. Noi abbiamo fatto giocare Lazovic, Pereira e spero poi di vedere anche Lakicevic”,  Infine il Chievo Verona: “E’ una squadra che sa quale obiettivo deve raggiungere, ogni anno. Ultimamente ha sofferto anche meno del Genoa. Sono chiari, umili e sanno che anche quest’anno dovranno soffrire”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.