Il Genoa perde, prevale la qualità: 0-3 Inter

Aspettando il risultato di Bologna-Lecce, con il Genoa direttamente interessato alla gara tra i felsinei ed i pugliesi, i rossoblù mancano l’appuntamento con l’aritmetica (seppur solo momentanea) salvezza. Il tecnico Nicola ha stravolto la formazione che ha vinto il Derby della Lanterna numero 120, inserendo da titolari Goldaniga, Behrami, il giovane Rovella, Ankersen e Favilli. Panchina per Pandev e addirittura tribuna per Falque. Un approccio alla gara forse troppo gagliardo, che però, nei primi 25′, ha pagato: il Grifone ha interpretato bene la partita, chiudendosi con puntualità e provando a ripartire.

Al 34′, però, è l’Inter a passare in vantaggio, complice una dormita di Zapata: cross perfetto dalla sinistra di Biraghi per Lukaku che sovrasta clamorosamente il difensore colombiano e spinge in porta di testa.

Il Genoa ci prova, e sul finale di primo tempo va vicino al pari con una punizione di Jagiello che finisce di un soffio a lato.

La ripresa si apre con lo stesso copione: buon gioco palla a terra del Genoa, che però non riesce mai a rendersi pericoloso con offensive particolari. Poco prima dell’ora di gioco Nicola inserisce Schone per Behrami, proprio per cercare di scardinare la difesa dell’Inter e provarci col tiro da fuori.

Al 62′ Rovella spreca la clamorosa occasione per pareggiare: Ranocchia sbaglia in uscita, servendo di fatto il canterano rossoblù che, però, aspetta troppo per servire Favilli di fatto solo davanti ad Handanovic regalando palla allo stesso Ranocchia. Poco dopo è l’Inter ad andare vicina allo 0-2, con l’ennesima ottima incursione di Moses: saltato di netto Criscito e cross basso teso a centro area dove Ankersen è bravissim oad anticipare Borja Valero.

Il Genoa però ci crede, e ci prova concretamente prima con Pinamonti e poi con Zapata che di testa (o meglio, di spalla) colpisce male su un cross perfetto di Goldaniga.

L’Inter ribalta l’azione, dopo diverse occasioni sciupate dal Genoa, e trova lo 0-2 che mette in ghiaccio la partita: Moses salta Criscito per l’ennesima volta e mette al centro per Sanchez che colpisce. Bacio alla traversa e 0-2.

Il punto esclamativo arriva al 93′, nell’ultimo minuto di recupero, ancora con Lukaku: gol splendido e doppietta come all’andata.

La partita finisce così, con il Genoa che, in attesa di Bologna-Lecce, ha molto da recriminare.

Gregorio Spigno

Updated: 25 Luglio 2020 — 21:21

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.