Lazio-Sampdoria 2-0, un gol per tempo condannano i genovesi

Servono punti salvezza per la Sampdoria nelle ultime tre gare di campionato. La prima è a Roma contro una Lazio alla ricerca di un posto europeo. Lazio che attacca in prevalenza andando al. tiro con Felipe Anderson e Immobile, in entrambe le circostanze bravo Audero. Ma certamente la prima vera occasione è per i genovesi con Thorsby che arriva in corsa colpisce bene la palla mancando lo specchio della porta per poco al 20′. Poco dopo giravolta di Rincon con parata coi pugni da parte di Strakosha. Sull’altro fronte Felipe Anderson calcia bene ma un doriano tocca la palla che finisce a fondo campo. Alta invece la conclusione a giro di Luis Alberto. La gara sembra placarsi un po’ quando al 40′ i locali passano. Angolo da sinistra, stacco di Patric che non da scampo a Audero, 1 a 0. E così chiude il primo tempo.

Si riparte con un ritmo meno esaltante con la Sampdoria pericolosa con Sabiri dalla distanza, Strakosha devia a terra la palla al 5′. Lazio meno affannata alla ricerca della rete più ragionatrice. Sull’altro fronte Audero devia un tiro da fuori area di Zaccagni. Immobile impegna il portiere avversario poi al 14′ arriva il 2 a 0 con Luis Alberto che dribbla Audero e manda di giustezza il pallone in fondo al sacco facendolo passare sotto le gambe di un difensore. Immobile al volo manda alta la sfera, Samp che non riesce a recuperare pur cercando di farsi vedere in attacco. Lucas Leiva prende il posto di Cataldi. In casa Samp invece vanno in campo Quagliarella e Damsgaard per Caputo e Sabiri. Al 25′ scatta Immobile in velocità, entra in area di rigore e calcia, bravo Audero a deviare la sfera. Basic sostituisce quindi Luis Alberto mentre Hyusaj prende il posto di Lazzari. Nella Samp dentro Askildsen per Thorsby. Ammonito Vieira per gioco falloso. Zaccagni lascia il campo a Romero nella squadra di casa mentre mister Giampaolo prova a cambiare la gara inserendo Trimboli per Vieira. Al 43′ Basic dalla distanza impegna Audero. Un minuto dopo cross di Augello e tocco di Quagliarella che colpisce in pieno il palo ma occasione mancata perché era tutto solo a porta praticamente sguarnita. Finisce dopo 4 minuti di recupero. Per la Samp ancora la salvezza non è arrivata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.