Thiago Motta: “Contro il Torino faremo una gara offensiva”

Giornata che precede la gara di campionato tra Genoa e Torino (domani, ora 18, stadio Luigi Ferraris) e rituali parole da parte del tecnico dei rossoblu Thiago Motta che ha presentato così la sfida contro i piemontesi. Ma prima non manca uno sguardo all’ultima sfida pareggiata contro la Spal: “Vedo cose positive nelle ultime partite, situazioni provate in allenamento e poi messe in pratica in partita. Mi piace la voglia di attaccare e aggredire l’avversario su qualunque campo si giochi. A mio parere abbiamo intrapreso la strada giusta”.

Sul Torino, il tecnico genoano dice: “Il Torino è una grande squadra, dovremo essere al massimo per fare una partita importante”. Come va affrontata questa gara? “La dobbiamo affrontare al meglio delle nostre forze”. In difesa cambierà qualcosa rispetto alla partita di Ferrara? “Devo ancora decidere chi mandare in campo, di certo giocheremo in maniera offensiva”.

Sturaro? “Fa parte del gruppo e, come gli altri, domani può giocare”. E Favilli? “Sta benissimo come gli altri. Faremo ancora un allenamento e poi manderò in campo la formazione migliore che io abbia a disposizione”. Il Genoa non segna molto: “Solo contro il Napoli non abbiamo segnato. Il gol è il frutto conclusivo del gioco espresso”. C’è negatività attorno al mondo Genoa: “Io non ne vedo, almeno da quando sono arrivato. I ragazzi sono felici e si allenano con molta voglia”.

Forse mancano i gol dei centrocampisti: “Tutti possono andare a fare gol, anche i portieri nei finali di partita. Quando difendiamo il primo difensore deve esser l’attaccante, viceversa quando attacchiamo il primo attaccante è per me il difensore”. Schone? “Si è allenato benissimo”. A Ferrara sono stati esclusi alcuni giocatori: “Sono solo scelte tecniche dettate da quello che vedo durante la settimana”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.