Sampdoria-Cagliari 2-2: va sotto, rimonta e alla fine si fa aggiungere all’ultimo secondo

Torna alla difesa a quattro mister Ranieri con una squadra certamente più equilibrata e che già nel derby aveva fatto vedere le cose migliori. Un paio di azioni sarde fermate per i fuorigioco sempre di Joao Pedro sono un piccolo campanella d’allarme su come la squadra ospite voglia attaccare la profondità mettendo in difficoltà la retroguardia di casa. E al terzo tentativo ecco il gol di Joao Pedro che all’11’ prima calcia su Audero quindi, tornato sul pallone, lo ribadisce in fondo al sacco, 1 a 0. Passano tre minuti e Rugani trattiene in area Keita, è rigore ma il Var lo toglie per un fuorigioco precedente di Quagliarella. La Sampdoria fatica a fare gioco contro una compagine che si difende al meglio e contrattacca soprattutto dalla parte di Lykogiannis. Ammonito Godin per gioco scorretto e nel finale canora pericoloso Joao Pedro cui la difesa di casa stenta a prendere le misure. Secondo tentativo di Ramirez, buona conclusione ma sfera alta di poco. Ammonito Lykogiannis per gioco falloso.

Ripesa che riparte con Gaston Ramirez per Augello sistemandosi dietro alle due punte. Ancora Joao Pedro pericoloso, si salva in qualche modo Bereszinski. Faticano i blucerchiati a fare gioco perché il Cagliari si chiude bene. Ammonito Pavoletti per proteste. La squadra di Ranieri fatica a fare gioco e a creare opportunità per il pareggio. Al 16′ ci prova Ramirez da fuori, blocca Cragno. Giallo per Colley per gioco scorretto. Doppio cambio sampdoriano con Gabbiadini e Thorsby per Ekdal e Keita. Bravo Audero quindi su Nainggolan. Al 32′ arriva il pareggio di Bereszinski che in corda dalla destra supera Cragno, 1 a 1. Gol di rara importanza per la squadra genovese. Tre minuti dopo Gabbiadini col sinistro ribalta completamente la gara, grandissima rete e 2 a 1. Cagliari colpito a freddo che si getta all’attacco per recuperare il risultato. Tanti scontri nel finale con vari gialli molto nervosismo. Nandez dal limite in pieno recupero manda la sfera, con deviazione, di poco sopra la traversa. All’ultimo respiro Nainggolan alla distanza trova il pertugio giusto per il 2 a 2 finale.

Queste le formazioni mandate in campo dai due mister ad inizio gara. SAMPDORIA: Audero 6.5, Bereszinski 7, Colley 6, Ferrari 6, Augello 6 (46′ Ramirez 6.5), Candreva 5.5 (88′ Yoshida sv), Ekdal 5.5 (63′ Thorsby 5.5), Adrien Silva 5.5, Jankto 6, Balde 5.5 (63′ Gabbiadini 7), Quagliarella 6 (88′ Damsgaard sv). CAGLIARI: Cragno 6, Ceppitelli 6, Godin 5.5, Rugani 5.5 (87′ Pereiro sv), Nandez 6, Marin 5.5 (87′ Calabresi sv), Nainggolan 7, Duncan 6, Lykogiannis 6 (90′ Cerri), Joao Pedro 7 (74′ Simeone sv), Pavoletti 5.5.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.