Sampdoria, le parole di Praet, Puggioni e Ferrero dalla mixed zone

Ferrero Tre a due in rimonta, la Sampdoria stende la Roma e torna a vincere e sorridere. A commentare il ritorno al successo dalla mixed zone del Ferraris Dennis Praet, Christian Puggioni e il presidente Ferrero.

“Oggi è una bella giornata per me, ma anche per tutta la squadra. Avevamo bisogno di una vittoria e l’abbiamo ottenuta davanti al nostro pubblico contro una grande squadra come la Roma. La mia la rete più bella? Difficile a dire, sono state tutte belle. Era un periodo nel quale non riuscivamo a vincere, oggi siamo stati bravi e abbiamo segnato con più semplicità. -le prime parole del belga – È molto bello essere qui a commentare una vittoria. Il mio ruolo? Io ho sempre giocato come trequartista, non avevo mai giocato come centrocampista più arretrato, ci vuole tempo per adattarmi, anche perché il calcio italiano è molto diverso da quello belga. Sto cercando di migliorare sempre di più e fare del mio meglio”.

“Ho visto una squadra che aveva voglia e una grande preparazione tattica, poi un rimpallo un più o uno in meno fanno cambiare il giudizio dei risultati, oggi c’è stata una Sampdoria lucida contro un grande avversario. Imparato come affrontare la Roma nella gara in coppa? Bisogna essere bravi ad analizzare le gare, come detto gli episodi cambiano il giudizio ed è successo anche all’Olimpico dove il palo di Muriel e l’occasione di Budimir potevano cambiare la gara. – le parole del numero uno – Quanto conta la vittoria? La mancanza di vittorie era più un problema per la stampa o per altri, nell’arco di una stagione periodi nei quali non si vince ci stanno, non è preoccupare se arrivano ugualmente le prestazioni”.

“Quanto sono contento da uno a dieci? Dodici. I miei ragazzi oggi credo se la siano meritata, per vincere questa gara credo servisse tifo gamba e testa e li abbiamo avuti. Gli episodi? Dopo l’ultima volta che ho un po’ esagerato di arbitri non ne parlo più, dovrei rivedere le immagini. – ha chiuso Ferrero – Schick merita più spazio? Ora vado a dirlo a Giampaolo, io sono il papà di una grande bella famiglia, sanno che il presidente c’è, c’è una bella società che sono io e tutti sanno quello che devono fare. Mi dispiace per la Roma, non è vero che gli ho rovinato lo scudetto, perché quando viene la Juve la voglio sfondarla. Io tifo solo per la mia Sampdoria, ma se c’è anche solo una possibilità che la Roma vinca lo scudetto”.

Updated: 29 Gennaio 2017 — 18:22

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.