Thiago Motta: “Udinese?Pensiamo solo a domani”

Consueta conferenza stampa per mister Thiago Motta in vista della gara di domani che vedrà il suo Genoa impegnato in casa della Juventus allo Stadium. Fischio di inizio alle ore 20.45. Si tratta della seconda giornata infrasettimanale della stagione 2019/2020. Ecco in sintesi i concetti espressi dal tecnico rossoblu reduce dall’esordio vincente contro il Brescia nella gara disputata sabato scorso.

“Con una vittoria si lavora con serenità maggiore. Adesso però dobbiamo pensare alla gara di domani”

“Bei ricordi quando la batteremo un po’ di anni fa. Oggi la nostra idea è quanto dimostrato contro il Brescia. Quando abbiamo la palla dobbiamo aiutarci l’uno con l’altro”

“Quelli che entrano in campo dovranno avere la stessa idea che hanno un ogni gara. Quelli che entreranno dall’inizio dovranno pensare a fare bene”

“Facile dire che quella che conta è la prossima. Non pensiamo all’Udinese ma a domani e alla Juventus. Dobbiamopensare . gara dopo gara. Prepararci bene oggi per domani”

“Ronaldo c’è ma non dobbiamompensare al singolo ma alla squadra. Se saremo una squadra potremo solo guadagnarci”

“Kouamé può donare ovunque. Non ha un ruolo definitivo. Può darci una mano, non importa dove ma con la giusta mentalità e con la giusta idea. Può poi raccogliere i frutti del suo lavoro”

“La Juventus è una grandissima squadra. Ha tanta qualità, punta sempre a vincere. Ma il penso soprattutto alla mia squadra”

“Ho visto punti positivi anche nel primo tempo sabato scorsa. Mi ripeto, dobbiamo giocare come una squadra. Solo così avremo tutto da guadagnare”

“Radovanovic non ha fatto così male come hanno detto. È stato bene ovunque sia stato messo. Io avevo chiesto di giocare dietro, non è colpa sua ma mia se si è messk in quella posizione. Il cambio solo perché avevo bisogno di un cambio offensivo”

“Turn over? Posso fare di tutto. Dipende da tante cose. Metterò in campo la squadra migliore.  Turn over per me significa poco”

“Ho trovato grande disponibilità nei ragazzi anche da quelli che non hanno giocato sabato. Lo si è visto anche dal fatto che tutti hannonfesteggiato i gol fatti. Abbiamo bisogno di tutti. Puoi non essere felice individualmente, è giusto così.  Ma devono comunque lavorare per se stessi ma anche per la squadra. Tutti parteciperanno facendo parte di una rosa ampia”

“Gumus e Agudelo li ho trovati bene il giorno dopo. Adesso lavoriamo e pensiamo alla prossima. Loro bene ma tutta la squadra ha lavorato in maniera perfetta”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.