Un buon Savona torna a mani vuote da Pisa. La cronaca

di Gabriele Corso – Un buon Savona tiene testa al Pisa di Gattuso, decisivi ai fini del risultato un contropiede fulmineo e un rigore dubbio ad inizio ripresa.

Logo Savona

PISA-SAVONA 2-0

RETI: 20′ p.t. Eusepi; 3′ s.t. Eusepi (rig.)
PISA: Bindi, Avogadri (21′ s.t. Golubovic), Fautario, Crescenzi, Polverini, Makris, Ricci, Verna, Eusepi (31′ s.t. Montella), Varela (26′ s.t. Peralta), Cani. A disp.: Brunelli, Lisuzzo, Sanseverino, Forgacs, Provenzano, Di Tacchio, Rozzio; ALL.: Gattuso
SAVONA: Falcone, Placido (33′ s.t. Rondanini), Vannucci, Cabeccia, Zigrossi, Lulli, Bationo, Taddei, Dell’ Agnello, Palumbo (4′ s.t. Palumbo), Morra. A disp.: Cincilla, Lebran, Negro, Steffè, Clematis, Gagliardi, Tassi, Romney, Pasqualini, Bonavia; ALL.: Riolfo
ARBITRO: Dionisi di L’ Aquila

È il Savona a farsi sotto per primo, Palumbo costringe Bindi al calcio d’angolo. La risposta dei nerazzurri é affidata ad Eusepi che di testa impegna Falcone alla respinta. Preludio al gol che si concretizza dieci minuti più tardi, quando lo stesso Eusepi sfrutta la scorribanda offensiva locale, depositando in rete un traversone laterale. Il Savona prova a rialzare la testa con Morra al 36′, ma Bindi raccoglie senza troppa fatica il diagonale del numero undici ospite. L’occasione per ripristinare l’equilibrio la ha sui piedi Palumbo, che però, non riesce a trovare la coordinazione giusta per superare Bindi.

Ad inizio ripresa i padroni di casa raddoppiano: Bationo stende Ricci, il direttore di gara indica il dischetto fra le proteste liguri. Dal dischetto bomber Eusepi trasforma. Al 58′ il Pisa va alla ricerca del tris, ma è Lulli ad impedire in scivolata il tap-in ravvicinato di Varela. Sette minuti più tardi sono gli Striscioni a cercare di accorciare le distanze, con Corazza che in torsione gira il cross di Vannucci, ma il pallone sfila fuori di un nulla. Successivamente sono Dell’Agnello e Bationo a cercare il gol che avrebbe riaperto i giochi, ma in entrambe le circostanze Bindi ci mette una pezza. All’ 82′ Rondanini conclude da posizione proibitiva, il pallone scheggia la traversa. Lo stesso Rondanini cinque minuti più tardi suggerisce per Cocuzza, il numero diciannove non trova però lo specchio di porta. Termina dopo tre minuti la contesa, con il Savona che ha da rammaricarsi per non aver raccolto nemmeno un punto, nonostante la buona prova.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.